Promenade a Les Coves de Vinromà

da / tag , , ,

Situata ai margini di una piccola città sulla valle del fiume, la promenade è un intervento paesaggistico sul lato di una strada, che si snoda seguendo la linea del muro di pietra esistente che tiene il terreno. Si sgualcisce e si piega man mano che gli alberi e le strade attraversano il suo percorso, trascinando così pietre di cemento in quelle risacche, dove si può sostare. Le superfici di queste lastre lucidate come se fossero esposte alla levigatura del tempo. Altri elementi come i dissuasori guidano il flusso.

La passeggiata giunge sino una piccola piazza. A differenza del sentiero, questo spazio ha attributi urbani. Una stanza all’aperto per l’incontro e il riposo. Una fontana al centro spruzza la sua acqua attraverso uno scarico aperto al terreno naturale sottostante. Dalla sua sporgenza di rete arrugginita e pietra si può vedere il fiume, con tutti i suoi marmi bianchi, e scorgere i granai abbandonati dall’altra parte della valle. Il muro a secco che sostiene la corte segue un sentiero che scende fino alla vecchia ruota del mulino, per l’acqua proveniente dalle alte colline della città sovrastante. Il suo pendio a gradini è risolto con pietre di fiume in mezzo a murature di recupero bocciardate, come nelle strade vicine a monte, il tutto all’ombra dei pini

La materialità è fondamentale, soprattutto in un ambiente così delicato. La pavimentazione è costruita utilizzando blocchi di ceramica riciclata di basso valore, tagliata e riassemblata, con il risultato di un caldo color gessato rosso. Insieme a lavori in pietra, pavimentazioni in pietra di diverso tipo e acciaio arrugginito, l’intervento si fonde con la tavolozza di colori del paesaggio.

Progettato dalle prime fasi fino ai dettagli finali a mano, non è stato impiegato alcun tipo di software, risultando in una bella serie di disegni che raccontano l’intero processo. Durante lo sviluppo, il tavolo da disegno dello studio è stato tenuto in ostaggio da una planimetria 1/50 di circa 5 metri di carta da lucido. I disegni si accumulavano e sostituivano i primi in un processo cronologico disordinato.
Il risultato raccoglie prove ed errori, pensieri, idee, dettagli e istruzioni di lavoro; la dimensione temporale del processo condensata in questi documenti. Sulle tavole di carta ogni elemento acquisisce una propria natura, chiedendo spazio o addirittura una rappresentazione tridimensionale al di fuori delle regole di dispiegamento della vista diedrica, secondo le sue necessità di definizione. Una danza di sezioni, viste parziali e dettagli sono coreografati e riferiti al profilo del piano.

Il progetto sviluppato da Bona Fide Taller nella frangia urbana della piccola città di Les Coves de Vinromà, a Castellón (Spagna), è il risultato di un concorso promosso dall’industria ceramica della regione.

Dettagli progetto

Progettazione: Bona Fide Taller
Luogo: Les Coves de Vinromà, Spagna
Tipologia: Design urbano, passeggiata urbana
Realizzazione: 2020
Progettista: Alejandro Martínez del Río
Premi: Primo premio nel concorso Urban Regeneration – Ceramics CRU II / Miglior progetto urbano/paesaggistico COACV AWARDS 2021
Crediti fotografici: ©
Oleh Kardash Horlay

 

Bona Fide Taller

Bona Fide Taller

Bona Fide Taller è stato fondato (Alejandro Martínez del Río, Valencia) con un obiettivo: rifiutare il nome, la tendenza e lo stile per liberare l’uomo e che cosa disegna. La mano possa così essere lo strumento e non la firma; artigianato di commercio sincero, espressivo e naturale del suo luogo, che invecchia in bellezza con il tempo.